Gnocchi con ragù alla Sorrentina : aspettando la Domenica

Solitamente si usa dire “Giovedi Gnocchi”.. diciamo che paese che vai usanza che trovi.
Il detto “Giovedi Gnocchi” proviene dalla tradizione popolare romana ,” giovedi gnocchi, venerdi pesce e sabato trippa”, in Veneto solitamente si consumano di Venerdi, il famoso detto “Venerdi gnoccolar”, ed a Napoli?
Da noi gli gnocchi si preparano di Domenica, sono un piatto festoso e sopratutto vengono conditi con il classico ragù…come ben sapete la preparazione del ragù è lunga e la domenica è il giorno adatto per prepararlo.
Ricordo mia nonna che si svegliava alle 4 del mattino per mettere “a fare il ragù”, il pentolone enorme che conteneva salsicce,polpette,puntine, braciole,cotiche..il profumo del ragù che sovrastava quello del caffè..e sopratutto la colazione più buona del mondo: una fetta di pane spessa ricoperta di ragù!!
Ammetto con discreto orgoglio che questa tradizione la mantengo con piacere, la sveglia la punto alle 5.30 però
Prendete appunti, vi sto passando una buonissima ricetta per Domenica!!
Gli gnocchi alla napoletana sono a base di patate, conditi con il ragù e mozzarella, se dopo averli conditi li gratinate al forno, dando una seconda e croccante cottura, ottenete la variante alla Sorrentina, ed è proprio quella che vi propongo oggi.

Gnocchi con ragù alla Sorrentina

Gnocchi alla Sorrentina

Ingredienti per gli Gnocchi:

(altro…)

Tagliatellone con zucchina alla menta,salsiccia al finocchietto e pomodori secchi

Primi Piatti | 21 luglio 2015 | By

Amo molto impastare, mi aiuta a scaricare lo stress ed a tenermi impegnata, a creare il vero legame con i cibi, quelli che nascono davvero dalle tue mani.

Il caldo torrido non aiuta, gli impasti sono mollicci, le frolle si sbriciolano tra le mani…

Oggi ho dovuto un pò “forzare le mano” e godendomi il silenzio in casa, l’assenza dei miei bambini/tornado, ho deciso di preparare una porzione una di pasta , utilizzando una farina a me finora sconosciuta, per partecipare al contest Grani antichi a Ganci.

La farina che ho scelto ed utilizzato per questa ricetta è la “Russello”, una farina molto tattile e profumata, semplice da lavorare e che si “lega”bene nonostante il caldo e la manipolazione ridotta al minimo.

6tag_210715-101155 (1)

Tagliatellone con zucchina alla menta, salsiccia al finocchietto e pomodori secchi.

(altro…)

“Pasta chi Sarde” La pasta con le Sarde

Primi Piatti | 18 luglio 2015 | By

AngoloCottura - Pasta con le sarde

Piatto tipico della tradizione siciliana

Primo post del mio blog su piattafroma IFood, un nuovo vestitino, grafica nuova di zecca. Le premesse per riprendere, anzi ricominciare alla grande, ci sono tutte.

La blogosfera inoltre è ormai satura di Mirtilli, Mirtillo, Mirtilla e via dicendo, anche se 7 anni fa la mia unica omonima era una piccola suicida che si aggirava nei bagni del Castello di Hogwart… ho quindi deciso di fornire una parvenza di serietà al blog firmando le ricette con il mio nome.

Questo primo post lo dedico ad un piatto tipico della tradizione siciliana, palermitana nello specifico.

Un piatto che ho “assaporato” per la prima volta 15 anni fa, da fidanzatina, ad uno dei pranzi che mia suocera, ottima cuoca, preparava sempre con immenso gaudio dei commensali.

Premessa: io non amo le sarde, preferisco le sorelle nobili che tanto amiamo a Napoli, le Alici.

Per educazione e per “prio” feci moltissimi complimenti a mia suocera; morale della storia?
Ogni volta che andavo a pranzo da lei mi preparava la pasta con le sarde!!!

Questo piatto lo dedico a lei e a mio marito che come potete bene intuite, è stato educato da buona forchetta!!

Pasta chi Sarde-La pasta con le Sarde

(altro…)

Pasta e zucchine,ricetta tradizionale della nonna,per non sbagliare mai.

Oggi, complice
questo tempo mogio mogio,cielo grigio,aria pesante e deleteria per chi come me soffre di allergie stagionali,vi propongo un vero comfort food, un piatto che in casa mia mette d’accordo tutti,grandi e piccoli!

Pasta e zucchine,ricetta tradizionale della nonna,per non sbagliare mai



Ingredienti:
4 Zucchine
500 g di spaghetti
80 g di parmigiano
aglio
basilico e prezzemolo
5/6 pomodorini
olio evo
sale e pepe q.b.


Procedimento:
-Lavate le zucchine e tagliatele a rondelle.
-In un tegame fate rosolare l’aglio in camicia schiacciato con olio,appena imbiondisce eliminiamo l’aglio.
-Uniamo le zucchine ed i pomodorini a pezzetti.
-Condiamo con sale e pepe,aggiungiamo 2 tazze di acqua calda.
-Versiamo gli spaghetti che abbiamo spezzettato e portiamoli a cottura.
-Pochi minuti prima della completa cottura della pasta uniamo prezzemolo e basilico spezzettati ed una bella manciata abbondante di parmigiano grattugiato.

Alcune versioni prevedono anche l’aggiunta di uova battute al posto del pomodoro,nella versione leggera che propongo ai bambini evito sostituendole appunto con dei pomodori a pezzetti.


Mirtill@

Paccheri con Gamberi e Pomodoro del Piennolo

Senza categoria | 7 gennaio 2015 | By

Mercoledi,da me giornata di mercato ed io ne approfitto sempre per fare incetta di verdure e frutta,e se mi ispira particolarmente,anche di pesce.
In realtà il banco del mio pescivendolo di fiducia non era ricchissimo, causa il mal tempo ed il gelo degli ultimi giorni, ma non ho voluto rinunciare e ho preso dei gamberi che mi ispiravano e non poco.
Reduce dal Natale a Napoli a casa dei miei, ho un bel “piennolo”di pomodori in balcone,e quale occasione migliore per utilizzarli?

Paccheri con Gamberi e Pomodoro del Piennolo

 Ingredienti per 4 persone:
400 g di pasta tipo Paccheri
20/25 pomodori del piennolo
prezzemolo fresco
500 g di gamberi 
olio evo
1 bicchiere di vino biano
1 spicchio d’aglio intero
sale e pepe q.b


Procedimento:
Ricetta davvero semplicissima,qui la fa da padrona la qualità degli ingredienti scelti.
-Laviamo i pomodori e tagliamoli in 2/4 parti.
-In una capiente padella facciamo un leggero soffritto con aglio pestato ed olio,appena imbiondisce l’aglio eliminiamolo.
-Uniamo i gamberi e cuociamo per 5/8 minuti,sfumiamo quindi con il vino bianco.
-Togliamo i gamberi dalla padella e filtriamo il sughetto appena ottenuto.
-Versiamo nella stessa padella due cucchiai di olio ed i pomodori,lasciamoli cuocere schiacciandoli con una forchetta.
-Uniamo ora i gamberi ed il sugo che abbiamo filtrato.
-Regoliamo di sale e pepe e se piace aggiungete un pizzico di peperoncino.
-Lessiamo i paccheri,appena cotti versiamoli nella padella con il sugo ed i gamberi e mantechiamo,unendo abbondante prezzemolo tritato.


Mirtill@

Spaghetti mari e monti,trionfo di vongole e zucchine

Senza categoria | 2 gennaio 2015 | By

Primo post del 2015..oltre all’emozione per un nuovo anno appena arrivato e che spero vogliate condividere nuovamente con me e con le mie ricette.
Devo ammettere che decidere quale ricetta pubblicare, per dare cosi il benvenuto a questo nuovo anno, non è mica cosi semplice…scegliere l’eleganza e quindi piatti raffinati oppure optare per un piatto semplice e pratico, di quelli con cui non si sbaglia mai per intenderci…
Ho deciso per un giusta e gustosa via di mezza, un classico delle feste se vogliamo,unito con un pizzico di originalita’

Spaghetti mari e monti,trionfo di vongole e zucchine.

  Ingredienti per 4 persone:
 400 g spaghetti
3 zucchine verdi
500 g vongole
olio evo Bio Centonze
sale e pepe q.b
1 patata 

 Procedimento:
-Tagliamo a rondelle 2 zucchine, lessiamole per 10 minuti in acqua leggermente salata,unendo la patata pelata e tagliata a cubetti.
-Appena cotte,versiamo le zucchine e patata in un mixer e riduciamo il tutto in purea,condiamo con sale e pepe.
-In una padella facciamo un leggero soffritto con olio ed aglio,uniamo le vongole e prezzemolo fresco.
-Copriamo e lasciamo che le vongole si aprano per bene tutte.
-Passiamo alla pasta,portiamo a cottura gli spaghetti,condiamoli dapprima con un paio di cucchiai di crema alle zucchine,quindi con le vongole.
-Inpiattiamo,una spolverata di pepe ed un filo d’olio a crudo.
-La terza zucchina l’ho utilizzata a crudo,grattugiata sugli spaghetti.


Mirtill@

Orecchiette con salsicce e cime di rapa alla barese

Senza categoria | 17 dicembre 2014 | By

Le Orecchiette, uno dei formati di pasta più buoni che ci siano, buonissime con un buon sugo e spettacolari con salsicce e cime di rapa.
Eh si,perchè proprio le Orecchiette con salsicce e cime di rapa sono uno dei piatti regionali più amati e conosciuti in tutto il mondo, piatto tipico pugliese, racchiude in se il buono della pasta, la bontà delle cime di rapa, l’eccellenza dell’olio pugliese.
Questo piatto lo preparo con frequenza perchè molto amato dai miei bimbi, ed io colgo appena posso l’occasione per proporgli verdure dal gusto forte come le cime di rapa.
Orecchiette con salsicce e cime di rapa alla barese

   Ingredienti per 4 persone:
 380 g di Orecchiette
 2 salsicce
 2 mazzi di cime di rapa
 aglio
 peperoncino
 olio evo,possibilmente pugliese
 sale e pepe q.b


Procedimento:
-Puliamo le cime di rapa e sbollentiamole per circa 10 minuti in acqua leggermente salata.
-In una capiente padella lasciamo imbiondire l’aglio intero con 3 cucchiai di olio e peperoncino.
-Eliminiamo l’aglio,uniamo le salsicce tritate.
-Possiamo sfumare con vino bianco,a piacere.
-Uniamo anche le cime di rapa ben strizzate e tagliate grossolanamente.
-Regoliamo di sale e pepe.
-Lessiamo la pasta,condiamola con il sugo di rape e salsicce, un pò di olio e crudo e….



 Mirtill@

Vellutata di Zucchine con Caprini

Senza categoria | 12 dicembre 2014 | By

Preparazione fisica e psicologica per domani,Santa Lucia..qui a Palermo infatti si va giù alla grande con piatti gustosi ed appetitosi che a dire il vero,poco ricordano le ristrettezze dei tempi passati.
Si inizia a colazione con la Cuccia- crema alla ricotta e grano con cannella e codette di cioccolata,QUI la ricetta.
Si prosegue a pranzo e cena con il classico gateaù di patate e con le famosissime arancine,condite in mille gusti e disponibili sia in variante dolce che salata.
QUI la ricetta delle classiche arancine,per il ripieno sbizzarritevi,io quest’anno proverò a farle con pollo al curry e gamberi in salsa di soia.
Visto che domani la giornata si prospetta”bella tosta”, oggi vi propongo una ricetta molto light, detox fino in fondo: 
Vellutata di Zucchine con Caprini



   Ingredienti:
 2 zucchine verdi
 1 patata 
 1 scalogno
 olio evo
 100 g di formaggio caprino
 sale e pepe q.b
 noce moscata

  Procedimento:
 -Tagliamo a cubetti le zucchine e la patata  precedentemente pelata.
 -Lasciamo stufare in una pentola lo scalogno  tritato con olio,zucchina e patata.
 -Copriamo con 1 dl di acqua e portiamo a  cottura,occorrono circa 15 minuti.
 -Regoliamo di sale e pepe.
 -In una terrina lavoriamo il formaggio  caprino con un pizzico di noce moscata,sale  e pepe.
 -Aiutandoci con un mixer riduciamo in purea  le verdure cotte,disponiamo nei piatti.
 -Decoriamo con una “pallina”di formaggio,un  filo d’olio evo a crudo,e bon apetitè .


 Mirtill@

Risotto Aglio,Olio e Peperoncino

Senza categoria | 9 dicembre 2014 | By

Dopo i bagordi della “prima festa” depuriamoci con un piatto leggero, semplice, senza mai rinunciare al gusto.
Questa ricetta è stata realizzata dallo chef Antonino Cannavacciuolo durante uno degli episodi di Cucine da incubo.
Inutile dire che amo questo chef, sarà che siamo conterranei,sarà che ha questo aspetto cosi imponente ma al tempo stesso un’aria da bonaccione…eppoi mi incanta vedere che cucina semplice propone,ingredienti che davvero maneggiamo quotidianamente, utilizzati semplicemente in maniera differente.
Risotto Aglio,Olio e Peperoncino

   Ingredienti per 4 persone:
 250 g di Riso Carnaroli
 1 spicchio di aglio
 peperoncino
 olio evo
 Brodo Vegetale
 Burro
 Vino bianco
 Sale e pepe q.b



   Procedimento:
 -Nella nostra pentola o saltapasta facciamo  rosolare insieme il burro con l’aglio  tritato finissimo ed il peperoncino.
 -Uniamo il riso e lasciamolo  tostare,bagniamo con 100 ml di vino bianco.
 -Portiamo a cottura il riso,allungando con  brodo vegetale quando necessario.
 -A pochi minuti dal termine della cottura  condiamo con un filo d’olio e se piace, con  della bottarga.

 Un risotto semplice, gustoso ed  alternativo,davvero realizzabile con  pochissimi ingredienti,spesso da credenza. 


 Mirtill@

Canederli ripieni su letto di polenta dolce

Senza categoria | 4 dicembre 2014 | By

Ci sono di quelle sere che fa freddo,magari piove, e il tempaccio e mille impegni non hanno permesso di fare la spesa.
Nascono cosi le ricette riciclo- o svuota frigo come amo chiamarle.
Ricette che spesso e volentieri non hanno nulla da invidiare a piatti ben pensati.
Se vi avanza del pane ed in frigorifero avete un pezzetto di salame,una fettina di prosciutto…ecco la ricetta che fa per voi: Canederli ripieni su letto di polenta dolce

  Ingredienti per circa 6 Canederli:
 1 kg di pane raffermo
 2 uova
 1/2 l di latte
 100 g di burro
 brodo vegetale
 salumi misti ( io ho utilizzato  pancetta,salame e mortadella)
 noce moscata
 salvia o prezzemolo
 sale e pepe q.b

Procedimento:
-Tagliamo il pane a tocchetti,eliminiamo la parte esterna e lasciamolo ammorbidire in una ciotola con il latte,almeno 30 minuti.
-Strizziamo il pane dal latte in eccesso,versiamolo in una terrina ed uniamo il burro ammorbidito,le uova,prezzemolo o salvia tritati finissimi,sale e pepe,noce moscata e se piace anche del parmigiano grattugiato.
-A parte tritiamo i salumi,potete aggiungere anche dei tocchetti di formaggio.
-Ricaviamo delle polpettine con il pane, al centro farciamole con i salumi tritati.
-Chiudiamo bene le nostre polpette e cuociamole per almeno 20 minuti in brodo vegetale.

Potete gustarli sia con il brodo utilizzato per la cottura,oppure con una polenta.
Personalmente ho utilizzato la classica polenta che cuoce in 5 minuti,la Valsugana,sostituendo il latte all’acqua ed ottenendo un sapore dolce che ben smorza con il gusto corposo dei salumi.


Mirtill@

CONSIGLIA Foresta di alberi innevati