Piccoli Panini ca’ulive

Puntuale come ogni mese arriva l’appuntamento con la rubrica “Cucina e Territorio di Casa Nostra”.
Il tema di questo mese sono i lievitati,e voglio proporvi un pane che si trova molto facilmente qui a Palermo,ottimo come spuntino o merenda per grandi e piccini,realizzato con olive nere o bianche…il Pane Ca’Ulive
La ricetta che vi propongo oggi è una variante al classico pane con le olive che si trova nei panifici,questi sono dei piccoli bocconcini meno conditi rispetto la ricetta originaria,per questo più amati dai bambini.

Piccoli Panini ca’ulive

Ingredienti per circa 20 panetti:
500 g di farina 00
180 g di olive nere denocciolate,potete anche optare per le olive verdi se le preferite
1 dl di latte 
olio evo
1 cubetto di lievito di birra
sale
acqua

Procedimento:
-In una ciotola lavoriamo la farina con l’acqua, il latte leggermente tiepido,un pizzico di sale ed uno di zucchero,2 cucchiai da cucina di olio.
-Aggiungiamo il lievito e lavoriamo il nostro impasto.
-Formiamo una palla e facciamola lievitare per 1 ora almeno
– Stendiamo col mattarello l’impasto,versiamo sulla superfice le olive tritate ,premendole col palmo della mano in modo che aderiscano alla pasta.
-Arrotoliamo l’impasto formando un salame,infariniamo appena e tagliamo il pane a pezzi di circa 5-8 cm
-Sistemiamoli su una teglia rivestita di carta da forno e lasciamo lievitare ancora per 30 minuti. 
-Inforniamo a 200°C per 30 minuti

A seguire tutte le ricette delle altre blogger che come me partecipano a questo appuntamento mensile e ci svelano di volta in volta le ritrovare ricette della tradizione.

Cucina della Lombardia: La Spongada dè Brè o Spongada Camuna
Cucina del Friuli Venezia Giulia: Pagnuts di fieste
Cucina del Piemonte:  –
Cucina della Toscana:  –
Cucina del Lazio: Pizzette con lo zucchero
Cucina della Campania:  la pizza marinara
Cucina della Basilicata: –
Cucina della Calabria: pitta maniata

Mirtill@

Pizza rustica di Broccoli e Salsiccia

Senza categoria | 29 gennaio 2015 | By

Il broccolo,uno dei pochi alimenti che i miei bambini proprio non gradiscono,e credetemi che l’ho provato e proposto in tutte le salse eh…
Uno dei pochi modi in cui ne mangiano dose minimale è insieme a tante altre cose buone, tipo salsiccia e pasta pizza,cosi del broccolo resta il solo colore!!!

Pizza rustica di Broccoli e Salsiccia

Ingredienti:
400 g di farina 0
100 g di farina Manitoba
1 cubetto di lievito di birra fresco
1 broccolo verde
250 g di salsiccia
aglio tritato
olio evo
sale e pepe q.b

Procedimento:
-Prepariamo la pasta pizza, impastiamo insieme le due farine,un pizzico di sale ed il lievito sciolto in una tazza di acqua tiepida.
-Copriamo il panetto e lasciamolo lievitare per 1 ora.
-Passiamo al broccolo,laviamolo e tagliamolo a pezzi,sbollentiamolo per 15 minuti in acqua leggermente salata.
-Tritiamo la salsiccia,lasciamola rosolare in una padella con 3 cucchiai da cucina di olio,aglio tritato e se piace,un po’di vino bianco.
-Uniamo alla salsiccia il broccolo ben scolato,regoliamo di sale e pepe e lasciamo insaporire per circa 10 minuti.

-Stendiamo la pasta pizza in 2 dischi o rettangoli in base alla teglia scelta,stendiamo nella teglia il primo disco di pasta, bucherelliamo il fondo con i denti di una forchetta.
-Farciamo con il composto di broccolo e salsiccia,ricopriamo con il secondo strato di pasta pizza sigillando bene i bordi della nostra pizza ripiena.
-Inforniamo a 200° per 20 minuti.

Guardate che aspetto morbido ha la pizza e che appetitosa la farcitura…


Mirtill@


Credits:Vassoio Esposizione Poloplast

Focaccia veloce alle patate

Senza categoria | 9 ottobre 2014 | By

Buongiorno e buon Giovedi’.
Oggi mani in pasta, una ricetta collaudata al 100%,gustosa e da farcire in mille modi.
E siccome ne sono ghiotta e mangiona,oggi la focaccia la farcisco con patate!!

Focaccia veloce alle patate



Ingredienti:
250 g farina 0
100 g farina manitoba
1/2 lievito di birra
acqua
olio evo
sale
latte


Procedimento:
-In una terrina lavoriamo le due farine,sale ed olio.
-In mezzo bicchiere di latte tiepido-circa 100 ml-sciogliamo il lievito
-Uniamo il lievito all’impasto.
-Lavoriamo e lasciamo lievitare per 20 minuti,quindi stendiamo con le mani la focaccia su una teglia oliata e lasciamo riposare altri 10 minuti.
Farciamo a piacere la focaccia, io ho utilizzato 2 patate,pelate ed affettate sottilissime, condite con olio,sale ed origano.
Ho steso sulla focaccia 1 robiola,coperto con le patate,una spolverata di sale e pepe.
-Cuocete in forno a 200°per 30 minuti.


Mirtill@

La Pizza Chiena (Ripiena) Napoletana

Senza categoria | 30 aprile 2012 | By

Buongiorno a tutti e buon inizio settimana!!!
Dopo un week end davvero bello caldo e soleggiato,prepariamo ad iniziare un’altre bella settimana.
La ricetta che vi propongo oggi rientra nei piatti della tradizione pasquale napoletana,perfetta se dovete per un picnik,si puo’preparare il giorno prima e..fredda e riposata e’sempre piu’buona!!!
Potrebbe essere quindi un buon suggerimento per chi festeggera’il 1°Maggio all’aperto
Questa pizza e’farcita con salumi e formaggio,un po’anche per sbarazzarsi di tutti gli avanzi accumulati durante i giorni di festa.
Questa ricetta richiede un grande impiego di uova,ma tranquilli,qui vi propongo la mia versione,notevolmente ridimensionata!!!
La Pizza Chiena  (Ripiena) Napoletana

Partiamo dalla base della pizza chiena:
750 g farina 
100 g sugna
1 uovo
sale

-Mettiamo a fontana la farina,al centro l’uovo,sugna.un pizzico di sale
-Allunghiamo con 200 ml di acqua calda.
-Otteniamo un panetto che avvolgiamo in un canovaccio da cucina e lasciamo riposare mentre prepariamo la farcitura della pizza.

Per il ripieno della pizza:
200 g salame
200 g provolone dolce
200 g provolone piccante
200 g prosciutto cotto
8 uova

-In una terrina battiamo le uova con un pizzico di sale e pepe.
-Aggiungiamo i salumi ed i formaggi che in precedenza abbiamo tagliato a cubetti.

-Tagliamo l’impasto messo da parte in 2 meta’,stendiamole e con la prima foderiamo una tortiera leggermente unta.
-Farciamola con il ripieno preparato.
-Ricopriamo con la restante pasta stesa a forma di disco.
-Spennelliamo la superfice con 1 tuorlo battuto
-Inforniamo quindi a 180°per 1 h circa


Mirtill@


Per la realizzazione di questa ricetta ho utilizzato
Farina 00 Molino Rossetto
al posto del provolone piccante ho utilizzato del particolarissimo Pecorino Stagionato Il Grotta Enzo Spadi
Al posto dello strutto ho utilizzato la Crema di Lardo acquistabile sull’e-shop Agribonta’

Ciambella Rustica

Senza categoria | 23 aprile 2012 | By

Buongiorno a tutti e buon inizio settimana!!
Oggi iniziamo alla grande la settimana con una bella ricettina,ideale come aperitivo,stuzzichino o antipasto molto ma molto raffinato.
Questa ricetta e’stata proposta parecchio tempo addietro dalla Parodi su la7,mi ha colpito e l’ho segnata perche’di facile realizzazione ed anche abbastanza veloce.

Ciambella Rustica

ingredienti:
1 vasetto yogurt bianco
1 vasetto di formaggio grattugiato
3 vasetti di farina
1 bustina lievito per torte salate,io ho usato Mastro Fornaio
3 uova
3 cucchiai di olio evo
8 fette prosciutto cotto
150 g caciotta o groviera
burro
pangrattato
200 g prosciutto crudo
100 g olive verdi

-In una terrina lavoriamo la farina con yogurt,parmigiano,le uova,olio ed un pizzico di sale.
-Aggiungiamo il formaggio ed il prosciutto a pezzetti
-Imburriamo uno stampo per ciambella,cospargiamolo con del pangrattato.
-Versiamo all’interno il composto ed inforniamo,in forno caldo, a 200°per 30 minuti
-Sforniamo la ciambella,ricopriamola con fette di prosciutto e decoriamo con olive verdi.


Mirtill@


Per la realizzazione di questa ricetta ho utilizzato:
Farina 00 Molino Rossetto
Olio evo Dante
Olive verdi denocciolate Sacla’
Caciotta Altamaremma prodotta dal Caseificio Enzo Spadi

La buonissima Pizza di Scarole

Senza categoria | 10 aprile 2012 | By

Buongiorno a tutte,amiche di AngoloCottura!!
Finalmente le feste mangerecce con la Pasqua sono terminate,e perdonate la mia assenza sui vostri blog,ma nei giorni scorsi ho davvero avuto moltissimo da fare in cucina!!
Una delle tante leccornie che ho preparato nei giorni scorsi,e’la buonissima Pizza di Scarole

Passiamo alla ricetta,per una bella pizza per 6-8 persone:

500g di farina
1/2 cubetto di lievito di birra
olio evo
sale e pepe q.b.
1 scarola bella grande
100g olive di Gaeta snocciolate
25g di capperi
50g di uvetta
25 g pinoli
6 acciughe spinate
1 spicchio di aglio.

Passiamo alla preparazione:
-Mettiamo la farina a fontana e impastiamola con sale e pepe, 3 cucchiai di olio e 3 cucchiai di vino bianco
-Aggiungiamo il lievito sciolto in un bicchiere di acqua tiepida ed impastiamo fino ad ottenere un composto abbastanza consistente.
-Lasciatelo lievitare in un posto caldo,magari coprendolo con un caldo plaid.
-Prepariamo le scarole,le puliamo,laviamo e lessiamo al dente
-Appena pronte le coliamo,lasciamo cadere tutta l’acqua in eccesso e le soffriggiamo in una padella con olio, le olive snocciolate, i capperi, i pinoli, l’uvetta e le acciughe.
-Condiamo con sale e pepe e possiamo insaporirle ulteriormente con del pecorino grattugiato.
-Ungiamo una teglia, ricopriamola con meta’ della pasta che abbiamo ben steso
-Farciamo la pizza con la scarola e chiudiamo con la restante pasta.
-Cuociamo a 200° per 30 minuti.

Credetemi,da leccare i baffi!!!


Mirtill@

Oggi…pizza a sorpresa!

Senza categoria | 18 ottobre 2010 | By

Ieri pomeriggio sono venuti  a casa  4 amichetti del mio piccolo chef, immaginate cosa siano in grado di combinare quattro bambini di 4-5 anni riuniti in una stanza piena di giocattoli..qualsiasi cosa abbiate immaginato, e’poco,credetemi!!!

Sta di fatto che i pupi dopo tanto giocare e dopo la prima merenda, avevano ancora fame,e cosa fare?
Imbottirli di merendine?nn e’il mio genere, alcuni erano riluttanti alla frutta….allora ho deciso di giocare tutti assieme a fare la Pizza!!!

Niente di complicato,una semplice teglia di Pizza romana, che accontenta tutti i gusti!!
Ingredienti:
300 g farina per pizza Molino Rossetto
1 tazza di acqua tiepida
1 cucchiaio d’olio
sale
1 lievito secco mastro fornaio 
1 barattolo di pomodori a pezzettoni
mozzarella
prosciutto cotto
basilico

-Mettiamo a fontana la farina, o almeno cosi si deve fare…a casa mia era ovunque….
-Al centro mettiamo l’olio,acqua e lievito, solo alla fine aggiungiamo una presa di sale.
-Impastiamo e copriamo la nostra pasta, lasciamola lievitare in luogo caldo per 1 h
-Stendiamo nella teglia,precedentemente unta,la pasta…io nn la stendo mai col mattarello ma la”tiro”con le mani.
-Stendiamo sulla pasta il pomodoro,mozzarella a pezzetti e prosciutto.
-Irroriamo con un filo d’olio e 10 minuti prima del termine della cottura uniamo il basilico.
-Inforniamo a 220 °per 15-20 minuti

Un successone…e tutti felici e contenti!!

Mirtill@

Italian Street Food: da Napoli, la Pizza Fritta

Senza categoria | 7 ottobre 2010 | By

La grande Giulia ha indetto un contest in cui cerca di raccogliere tutte le tradizioni culinaria”da strada”,ovvero
quei cibi che colorano un po’la nostra vita,e che almeno una volta nella vita ci e’capitato di mangiare per strada.
Io sono molto fortunata perche’divisa in due citta’del sud che mantengono una forte personalita’culinaria..sono
nata e vissuta a Napoli fino al giorno del mio matrimonio, e da quel momento vivo a Palermo, due citta’buongustaie..
Oggi pero’il post lo dedico tutto a Napoli, li i cibi da strada abbondano, vanno dal dolce al salato!!

Imperdibile il Caffe’alla Nocciola o il Caffe’Shakerato del Professore a Piazza Plebiscito..per non parlare degli
apini che vendono”o per e o musso”,il piede ed il muso di maiale gia’bollito,che danno tagliato a pezzettoni in 
vaschette di plastica,e conditi con sale ed un filo di limone…o la sfogliatella,calda calda..ma il massimo per me
e’la pizza!!!
Molti bar gia’di primo mattino propongono una mini margherita solo con pomodoro e basilico o la pizza fritta…ecco
io per questa vado  a dir poco matta!!!
La pizza fritta ha radici molto antiche,gia’nel periodo del dopoguerra erano parecchi i”bassi”che si improvvisavano
a friggitorie,e di solito venivano gestiti da marito e moglie.

 Questa pizza era anche chiamata “a ogge a otto“ovvero la mangio adesso e te la pago tra 8 giorni…per intenderci era
la pizza che Toto’commissionava al suo piccolo aiutante nel film”Miseria e Nobilota’”quando qualcuno gli commissionava
una lettera,o ancora,nel film”L’Oro di Napoli”era Sofia Loren la bella pizzaiola che perse proprio in una di queste 
pizze l’anello che le aveva regalato il marito..e scatta la caccia all’anello!!

 Passiamo adesso alla ricetta:
500 g pasta per pizze
250g ricotta
150 g mozzarella
100g ciccioli
parmigiano
sale e pepe
olio di arichidi
-Da noi vendono i grandi ipermercati la pasta per pizza,in un sacchetto trasparente,di giornata
-Dividiamo in panetti la pasta per pizze,quindi stendiamoli col mattarello.
-In una ciotola mescoliamo la ricotta con la mozzarella e ciccioli a cubetti,parmigiano,sale e pepe.
-Stendiamo sulle pizzette il ripieno,pieghiamole a mezzaluna,dando quindi la forma del calzone.
-Facciamo attenzione a siggillare bene i bordi,altrimenti il ripieno durante la frittura fuoriesce.
-Friggiamole in una padella con olio bollente,facendole dorare per bene…e il gioco e’fatto!!!
Una variante puo’essere l’aggiunta di un paio di cucchiai di passata di pomodoro nel’impasto con la ricotta,ma e’un’aggiunta facoltativa.

 Ed il mio bambino…continua le tradizioni di famiglia!!!

Mirtill@

Un bel pizza tour

Senza categoria | 21 ottobre 2009 | By

Ormai e’da un bel po’che non vado a Napoli dai miei,e la “pucundria”e’salita ai livelli massimi!!

Cosi ho deciso oggi di parlare di pizza, ma pizza vera eh?!,e per farlo,vuoi o non vuoi,devo tirare la mia amata citta’in mezzo!!

Invece della solita ricetta e varianti varie,voglio proporvi un piccolo vademecum delle piu’ famose e sopratutto”garantite”pizzerie a Napoli,metti che per caso vi trovate a passare di la..

Partiamo dalla pizzeria Trianon , a Forcella,famosa per avere inventato la”rota e’carretta”ovvero la ruota di carro,una pizza decisamente piu’grossa del normale,condita all’inverosimile!!

Tra i suoi clienti del passato piu’famosi vanta il mitico Toto’e Macario,che si dice venivano attratti dall’odore delle pizza che arrivava proprio fino al teatro dove si esibivano!!!

ed ecco una foto…rende idea di quanto sia grande?

Di fronte al Trianon c’e’ la mia preferita,la pizzeria da Michele!!

Ragazzi qui la pizza e’FAVOLOSA!!,c’e sempre da fare fila,sempre!
sia ad ora di pranzo e cena,si finisce sempre per prendere il numero ed aspettare un bel po’, ma una volta entrati pronti a fare un bel salto nel passato:tavolini in marmo,come si usava una volta,e vengono riempiti tutti,scontato che vi troviate a cenare assieme a qualcuno che fino a pochi minuti prima non sapevate nemmeno chi fosse!!

Michele e’definito”o’talabano”,prepara solo pizze Margherita e Marinara,non accetta varianti, ma il prezzo,il minore di tutta Napoli,paga eccome!!

E visto che e’il meno caro di Napoli,posso avanzare che sia anche la pizzeria meno cara d’Italia,visto che a Napoli la pizza costa davvero poco!!

Altra pizzeria famosa,in cui Clinton si e’lasciato sedurre e fotografare alle prese con unameravigliosa margherita e’Di Matteo ai Tribunali,ci vado di rado perche’mi lascio tentare sempre dalle prime due

Non parliamo poi di Sorbillo..vi lascio nelle “mani”di Gino Sorbillo..

ancora la bellissima pizzeria Port’alba,ormai sempre piu’affollatissima di turisti,che si contende il primato di prima pizzeria nata a Napoli con la “22” alla pignasecca!!

C’e’ anche Brandi,saro’controcorrente,ma la sua pizza non mi hai mai fatto impazzire..preferisco quella delle tre sorelle e le loro magnifiche pizze fritte…

ok,meglio che vada in stand by..mi sto facendo male da sola!!!

un bacio alla mia amatissima citta’!!

Mirtill@

Pizza alla San Daniele

Senza categoria | 29 maggio 2009 | By

Ieri sera mi sentivo particolarmente ispirata, avevo bisogno di”malmenare”qualcuno per la pesante giornata lavorativa, e quindi ho pensato bene di sfogarmi con un bel panetto di pizza!!!!

Qui trovate la mia base


Per il condimento, diciamo che mi sono adattata con quello che avevo in frigo, ho quindi farcito con pomodoro la base, aggiunto due mozzarelle a fettine, 3/4 fette di prosciutto crudo, tanto basilico fresco ed irrorato con olio.Devo dire che questo sfogo e’stata davvero molto soddisfacente!!!Mirtill@

CONSIGLIA Insalata di bulgur