Life: il Sake ,dall’Oriente sulle nostre tavole

Senza categoria | 28 giugno 2017 | By

Il Sake , non è un liquore ne un vino o birra, è semplicemente una bevanda ottenuta dalla fermentazione del riso.
Quando ceniamo al Jappo mio marito ordina sempre un Sake caldo, anche se potete trovarlo facilmente sugli scaffali dei cibi etnici di molti supermercati, quello servito nei ristoranti giapponesi è di gran lunga migliore.
Per realizzare il Sake si possono utilizzare differenti varietà di riso,la più utilizzata è la varietà sakamai.
Viene eliminata la parte esterna del chicco di riso, chiamata nuke; la fermentazione avviene grazie all’aggiunta di muffe koji‐kin e del lievito , kobo.
Il Sake si può servire sia caldo che freddo, la temperatura ideale secondo molto enologi si aggira sugli 8°, caldo sui 50° viene servita per accompagnare piatti freddi.
Se vi affascina la storia e la cultura del Sake sono presenti dei corsi di Sake Sommerlier, organizzati dalla Sake Sommerlier Association Italiana, che spaziano dalle origini del Sake, la sua storia nel corso dei secoli e la preparazione di cocktail a base di Sake.
Si può servire in piccole ciotoline di ceramica,terracotta o legno,dipende sempre dalla temperatura cui viene servito e come per il tè anche il Sake è un vero rito: nel terzo secolo veniva bevuto in occasione di lutti, solo secoli dopo nei tempi scintoisti w buddisti si svilupparono tecniche di fermentazione sempre più innovative.

Il Sakè viene servito in una piccola ampolla o fiaschetta chiamata tokkuri, solitamente in ceramica, il Sake viene dapprima riscaldato poi versato nella tokkuri, questa si tiene con entrambe le mani e si versa il Sake prima nei bicchieri di tutti gli ospiti.
Gli ospiti dovranno tenere la tazza da Sake sul palmo di una mano ed avvolgere la ciotola con l’altra mano, per il brindisi si utilizza la famosa frase “Kanpai”che equivale al nostro “Cin Cin”.
E’ proprio questo che mi affascina dell’Oriente, dietro ogni gesto ,anche il più semplice, c’e’ un’attenzione verso i particolari enorme, tradizione e costume accompagnano ogni singolo gesto quotidiano.

Kanpai, Patrizia Esposito

Caprese Mediterranea con Provola

La Caprese è una delle insalate più buone e fresche che la nostra dieta mediterranea propone, buona tutto l’anno è in estate che viene preparata e consumata maggiormente.
E’ presente nei menù di moltissimi ristoranti italiani e sopratutto all’estero è molto proposta, in questo caso è la genuinità e provenienza dei prodotti a fare la differenza.
Oggi vi propongo una variante alla classica Caprese, preparata ricordiamo con Mozzarella, Pomodoro e Basilico.
Questa ricetta è amatissima in famiglia, quasi preferita alla Caprese classica perchè utilizziamo la Provola fresca in sostituzione della mozzarella.

Caprese Mediterranea con Provola

Ingredienti:
1 Provola fresca
2 Pomodori da insalata
Basilico
1 Spicchio di Aglio
Olive verdi e nere
Olio Evo
sale q.b

(altro…)

Come preparare le “Olive Cunzate” in poche semplici mosse

antipasti, contorni | 16 giugno 2017 | By

Le olive non hanno mai suscitato grande attrattiva in me, gradite se presenti nelle insalate di pasta o riso, devo ammettere che le utilizzo poco in cucina per preparare ripieni.
Non mi danno quella gran soddisfazione che provo con i pomodori secchi, i carciofini…
Questo prima di provare le “olive Cunzate” a Palermo, un contorno/antipastino che potete trovare spesso sulle tavole anche di agriturismi e ristoranti.
Ecco, le “olive cunzate“, olive condite, mi danno già più soddisfazione, accompagnate con del buon pane fresco sono tranquillamente in grado di farne una scorpacciata.
Di solito a Palermo le acquistavo, quelle preparate in casa hanno tutt’altro sapore: intanto sono fresche e si sente, poco salate e coperte da altri sapori.
Ho anche provato a preparale io,ma spesso ottenevo delle olive troppo salate a volte addirittura amare.
Approfittando del consueto appuntamento mensile con lo #scambioricette ho potuto provare la ricetta di Cinzia Carcia, autrice del blog Il forno incantato.
Da siciliana doc ho pensato, a giusta ragione, che solo una cuoca collaudata come lei potesse avere una buon ricetta per preparare le “olive cunzate“, e non ho sbagliato!!!

Le “Olive Cunzate”di Cinzia

Ingredienti:
300 g di Olive Verdi “nocellara”
100 g di Olive nere di Gaeta
1 Carota
1 Costa di Sedano
1 spicchio di Aglio
1 Cipolla Rossa
Peperoncino
Origano
Olio evo
Aceto di vino bianco

A differenza di Cinzia ho snocciolato le olive, questo solo perchè i miei bambini ne vanno ghiotti ed ho evitato per problemi di ossicini, potete quindi usare tranquillamente le olive intere.
Ho aggiunto una manciata di olive di Gaeta,che a mio avviso contrastano benissimo con la dolcezza delle olive Nocellara.

(altro…)

Food: Crumble con albicocche e Prugne morbide

Uno dei dolci più buoni e semplici da realizzare è sicuramente il Crumble, un piatto di origini inglesi ed irlandesi, sia in versione dolce che salata.
Nelle nostre cucine sono sicuramente più conosciuti e realizzati Crumble dolci, usando perlopiù frutta cotta,farina,burro e zucchero.
Seguendo le stagioni ed i suoi frutti, ho provato un Crumble con Albicocche e Prugne morbide, quelle denocciolate che si trovano facilmente in tutti gli ipermercati e che spesso “avanzano” con la frutta secca natalizia.

Crumble con Albicocche e Prugne morbide

Ingredienti:
500 g di Albicocche
100 g di Prugne morbide
200 g di Farina 00
100 g di Burro
100 g di Zucchero di canna

Procedimento:
-Laviamo le albicocche, snoccioliamo e tagliamo a pezzetti, quindi versiamo le albicocche in una padella con 2 cucchiaini da tè di zucchero.
-Lasciamo caramellare e aiutandoci con una forchetta riduciamo in purea le albicocche.
-Tritiamo le prugne, se utilizzate quelle con nocciolo ricordate di eliminarlo.
-Uniamo le prugne alle albicocche.
-In una ciotola versiamo la farina, lo zucchero restante ed il burro, lavoriamo con la punta delle dita ottenendo un composto granuloso.
-Versiamo le albicocche e prugne in uno stampo o più stampini se amate le monoporzioni.
-Ricopriamo con il crumble ovvero le briciole di pasta, coprite bene tutta la superfice.
-Inforniamo a 180° in forno preriscaldato per circa 20 minuti.

Potete accompagnare questo crumble con del buon gelato alla vaniglia o qualche goloso ciuffo di panna.
Questa ricetta non solo ha un apporto di calorie contenuto, grazie alle prugne ed ai loro risaputi benefici per il colon è perfetto per una sana colazione ed iniziare al meglio la giornata.
Per la ricetta ho utilizzato le Prugne morbide denocciolate prodotte e distribuite da Monte Rè, il marchio della cooperativa Modenese Essiccazione Frutta, specializzata nella lavorazione delle susine.
Monte Rè segue il prodotto dalla nascita, potatura ,lavorazione fino alla grande distribuzione.
Sapevate per esempio che per un ottenere 1 kg di prugne ben mature occorrono ben 200 litri di acqua?
Conoscere la provenienza dei prodotti utilizzati da il giusto peso e lavoro a quello che prepariamo in cucina.

Buona merenda,Patrizia Esposito

Food: Pizzette di Melanzane light

Oggi vi propongo un piatto molto gustoso anche se povero di calorie, con verdure, sapori e colori di stagione.
Realizzeremo delle Pizzette di melanzane, questo trucco nel condire le melanzane le rende molto gradite anche ai bambini.

Pizzette di Melanzane light

Ingredienti per 12 pizzette:
1 Melanzana
12/14 Pomodori Pachino
1 Mozzarella
Origano
Olio Evo
Sale e Pepe q.b
Parmigiano grattugiato

(altro…)

Food: Coppa di riso alle Fragole e latte di Cocco

dolci | 16 maggio 2017 | By

Il riso non è solo un ottimo ingredienti per le preparazioni dolci,estremamente versatile, è una scoperta anche nelle preparazioni dolci.
Ho utilizzato un riso nero , per realizzare un insolito dessert, molto gradito ed estremamente gustoso.

Coppa di riso Venere alla Fragole e latte di Cocco

Ingredienti per 6 coppe:

250 g di riso nero Acqua e Sole
500 ml di latte
30 g di Cacao Amaro
80 g di Zucchero semolato
200 g di Fragole
250 ml di latte di Cocco

(altro…)

Pandolce alle mele e succo d’arancia

Maggio è arrivato, si pensa al mare ed a riacquistare la forma fisica.
Cominciamo a cambiare le abitudini alimentari, via i cibi grassi e si fa incetta di frutta e verdura.
Ai dolci io però non rinuncio mai, anche se i semifreddi sono sempre più allettanti cerco di preparare torte leggere, con pochi grassi e con frutta in modo da sostituire zuccheri raffinati.

Oggi vi propongo un Pandolce alle mele e succo d’arancia che i miei bambini hanno amato molto, senza zuccheri raffinati,leggero e morbido per giorni grazie all’utilizzo di frutta e miele.

Pandolce alle mele e succo d’arancia

Ingredienti:
200 g di Farina 00
2 Uova
2 cucchiai di miele, ho utilizzato in questa ricetta MielBio al Castagno della Rigoni d’Asiago
20 g di burro
2 Mele
2 Arance
1 bustina di lievito per dolci

(altro…)

Food: Risotto alle 3 P di Manuela

riso | 30 aprile 2017 | By

Appuntamento mensile con #scambioricette a cui non posso certo mancare, questo mese la sorte mi ha abbinato a Manuela, autrice del blog “Mentuccia e Tresmarino“.
Tra le molte appetitose ricette ho deciso di provare il risotto alle 3 P:prosciutto, piselli e philadelpia, che racchiude tutti gli ingredienti che piacciono un po’ a tutti noi.

Food: Risotto alle 3 P

Ingredienti per 4 persone:
4 pugni di Riso Vialone nano
1 scalogno
brodo vegetale
200 g di piselli
120 g di prosciutto cotto a cubetti
1 philadelpia
olio evo
sale e pepe q.b

(altro…)

Food: Scrigni di Riso con Zucchine e Gamberetti

Da poco trascorsi i bagordi pasquali, decisamente minori di quelli natalizi ,pensiamo ad “alleggerire”il corpo e depurarlo in vista dell’estate.
La ricetta che vi propongo è ricca di gusto,associa la leggerezza della zucchina al sapore dei gamberetti, entrambi ingredienti poveri di calorie.
Il tutto completato da un buon riso Carnaroli Classico, che viene appunto definito il “re dei risi” per il grande contenuto di amido che lascia il chicco corposo e ben cotto ma non sfatto.

Scrigni di Zucchine e Gamberetti

Ingredienti per 2 persone:
150 g di Riso Carnaroli Classico Acqua e Sole
100 g di Gamberetti sgusciati
2 Zucchine tonde
30 g di Burro
Vino Bianco
Brodo vegetale
1/2 Scalogno
sale e pepe q.b
Menta

(altro…)

Food: Torta Nuvoletta alle Fragole

dolci | 6 aprile 2017 | By

Adoro i Marshmallow, la morbidezza e la dolcezza appena accenata…per non parlare della forma cosi rassicurante e morbidosa.
A dirla tutta 1 busta di marshmallow con me dura poco, la compra per “i bambini”che spesso ne ignorano l’esistenza o si ritrovano con 1-2 nuvolette da condividere.
Più dei marshmallow amo le fragole, uno dei miei frutti preferiti.
Un pò per la forma divertente che ricorda un cuoricino, per tutti i semini buoni che si sentono al palato e sopratutto per questa dolcezza attenuata da un punta d’asprezza…come la vita, anche quando ti godi qualcosa di buono c’è sempre un “ritorno”con i piedi per terra.

Basta preamboli, passiamo alla ricetta del giorno, una torta – strabuona- realizzata con Pan Di Spagna alla Vaniglia, farcito con crema Chantilly,fragole a pezzetti e cioccolato bianco.
La Copertura è realizzata con crema Chantilly, rapè di cocco e completa la decorazione con Marshmallow, confettini colorati e fragole.
Può sembrare una torta complicata ma non lo è affatto.

Torta Nuvoletta alle Fragole

Ingredienti per il Pan Di Spagna (tortiera da 18 cm)
4 Uova
120 g di Farina 00
120 g Zucchero Semolato
1 Stecca di vaniglia e/o essenza di Vaniglia
30 g di Burro Lurpark Classico
Per la crema Chantilly
1 confezione da 500 ml di panna per dolci da montare
3 tuorli
400 ml di latte
100 g Zucchero Semolato
Fecola di patate
330 g di Fragole
200 g di rapè di Cocco
100 g confettini colorati
40 g cioccolato bianco
8 Marshmallow

(altro…)

CONSIGLIA Torta di mais